sabato 27 novembre 2021

Pardulas

Pardulas
disponi di
1 kg di ricotta
1 kg di farina
250 g di zucchero
4 uova
1 buccia d’arancia ed 1 di limone grattugiate
un pizzico di zafferano
un cucchiaio di strutto
sale q.b.
miele e diavoletti per decorare
procedura
Predisporre il ripieno miscelando in una terrina il formaggio fresco grattugiato, un uovo intero, 3 rossi d’uovo, la buccia di limone e quella d’arancia, lo zafferano, lo zucchero e circa 200 g di farina. Lavorare il tutto sino ad ottenere un composto ben amalgamato ed omogeneo. Mettere da parte e far riposare. Preparare la sfoglia, impastando il resto della farina (circa 800 g) con acqua tiepida, continuare la lavorazione aggiungendo gradualmente i 3 albumi rimasti, lo strutto ed un pizzico di sale. Quando la pasta è morbida ed elastica, tirarla in sfoglie sottili e ritagliarla in dischi grandi quanto un piattino da caffé (circa 10 cm). Mettere su ogni disco di pasta una pallina di ripieno (poco più grande di una noce), rialzare e ondulare l’orlo della sfoglia e chiuderlo intorno al ripieno con dei pizzichi in modo da dare ad ogni pardula la giusta forma. Spolverizzare una teglia con farina ed adagiarvi sopra le formaggelle. Cuocerle a forno caldo, fuoco moderato (circa 175o), per circa 30 minuti sin quando sono dorate. Lasciarle sfreddare. Ungerle con miele intiepidito e decorare con i diavoletti (confettini multicolori), detti in sardo tragèa. 

©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK