martedì 16 luglio 2019

Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo

interessa i comuni di Olbia, Loiri Porto San Paolo e San Teodoro

Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo
L'Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo interessa la costa nord orientale della Sardegna, da Capo Ceraso, a nord, a Punta l'Isuledda, a sud, comprendendo le isole di Tavolara e Molara, numerosi isolotti minori e scogli, ricadendo nei comuni di Olbia, Loiri Porto San Paolo e San Teodoro.

Istituita nel 1997, l'area protetta percorre circa 80 km di coste dal vario ecosistema terrestre al pari di quello marino, dove si alternano diverse specie vegetali e animali. Sui fondi sabbiosi e fino a 30-35 m., la Posidonia oceanica riveste inevitabilmente un ruolo primario nel mondo sottomarino, testimoniato anche dalla presenza, tra gli altri, di spugne policrome, astroidi, aragoste, cicale, saraghi, rombi, sogliole e cernie; a profondità maggiori si trovano popolazioni precoralligeni e coralligeni.

In maggiore profondità, fino a un limite di 40 m, vivono gorgonie spettacolari.
Il paesaggio costiero, invece, è dominato dalle falesie, alte fino a 100 m, che ospitano soprattutto rapaci come l'aquila del Bonelli,il falco pellegrino, il falco della regina, l'uccello delle tempeste, il marangone dal ciuffo e il raro gabbiano corso.

(info: Capitaneria di Porto di Olbia Tel. 0789 26.666)
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK