giovedì 20 giugno 2019

territorio di Oristano itinerari

CATEGORIA-10-1-02.jpg
Un paesaggio mite, dolce nei suoi rilievi, con lagune e tratti di costa che liberano la mente, che lasciano correre fantasie e sogni.
Nella sua parte occidentale la Sardegna è quella del mare aperto, dell’infinito che si apre davanti agli occhi, della storia più antica che l’isola racconta.
Perché proprio qui sorge Tharros, quell’ampio lembo di terra che disegna la Penisola del Sinis che, da una parte, chiude il Golfo di Oristano con il centro di Arborea, mentre sul lato opposto osserva quel sistema ambientale rappresentato dagli stagni di Cabras, nota nel mondo per la produzione di bottarga, di Pauli Murtas, di Sale Porcus e di Is Beneas che fortemente caratterizzano questo territorio.
proseguendo a nord l'oristanese è un susseguirsi di ambienti che si differenziano, che alternano lunghe distese di spiagge a tratti costieri impervi e selvaggi, di un fascino inenarrabile.
Nei pressi di Oristano si allungano le belle spiagge di Torre Grande, e una volta attraversato il Sinis, ecco sorgere i centri di Narbolia, di Cuglieri per poi giungere a Bosa, piccola graziosa località dominata dalla torre aragonese, con il lungo Temo sul quale si affacciano le caratteristiche facciate colorate delle vecchie case, ora restaurate e di forte impatto scentico.
L’area che comprende l’intero braccio di mare intorno al Sinis e l’isola di Mal di Ventre è stata riconosciuta Parco Marino, un’area protetta per l’alto valore ambientale che ricopre.
Le splendide escursioni all’interno di queste zone naturalistiche, in mountain bike, a piedi o in canoa sono esperienze indimenticabili.
Il turismo, da queste parti, fa rima con rispetto rigoroso della natura, che esprime, su queste coste, come anche nel suo entroterra, il concetto più alto del connubio uomo-ambiente.
Come in poche altre zone del’isola, l’oristanese ha saputo mantenere quasi intatte le antiche tradizioni del popolo sardo, del suo passato agropastorale, che consentono di produrre, nelle sue cantine, vini di elevata qualità, mentre nei suoi piccoli caseifici, formaggi dai sapori d’un tempo.
È un territorio, questo, che assembla affascinanti scenari marini contornati da spiagge incantevoli, a selvagge falesie che svettano tra cielo e mare, mentre all’interno volano alti, su prati montani e ampi valloni, colorate e variegate specie avifaunistiche, tra i quali l’avvoltoio grifone, come a sorvegliare un patrimonio di rara beltà. Qui piccoli centri raccontano nella loro semplicità antiche tradizioni locali, come a Norbello, Santulussurgiu, Abbasanta dove la vita sembra ancora scorrere come un tempo, lenta e serena.
  • al Museo Civico di Cabras
    i Giganti di Mont'e Prama hanno scatenato mille tesi ed ipotesi tra gli appassionati e studiosi della materia. Chi sostiene che possano rappresentare figure mascherate, legate ad un culto o a un rito ancestrale...
  • accoglie i Giganti di Mont'e Prama
    numerosi ambienti accolgono raccolte di reperti archeologici provenienti principalmente dagli scavi effettuati nel siti di Tharros e di Cuccuru Is Arrius, a partire dagli anni cinquanta...
  • comprende lo scoglio Catalano e l'Isola di Maldiventre
    lunga 20 km. e larga 5 è un'importante area che racchiude zone umide e oasi protette, oltre ad un tratto costiero meraviglioso...
  • a pochi km. da Oristano
    si tratta di un centro di notevole importanza sotto vari aspetti, naturalistico e storico, ambientale e tradizionale...
  • partecipano i più abili cavalieri di tutta l'isola
    tra gli appuntamenti più importanti della sardegna, richiama ogni anno ad Oristano migliaia di persone per assistere ad un evento di grande tradizione e spettacolo...
  • capoluogo della Sardegna occidentale
    a pochi km Marina di Torregrande è meta di un turismo internazionale con la sua ampia spiaggia e la Gran Torre del XVI secolo...
  • con le sue case colorate e la Marina
    naturali e spiccate peculiarità di località balneare ma anche un borgo ricco di spunti di interesse storico artistico...
  • un tratto costiero con bellissime spiagge
    dalla candida spiaggia di Porto Alabe, nella Marina di Tresnuraghes, a Is Arenas, S'Archittu, S. Giovanni di Sinis, Torregrande e altre...
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK