martedì 24 novembre 2020

Penisola del Sinis

comprende lo scoglio Catalano e l'Isola di Maldiventre

Penisola del Sinis
Da Cabras e da S. Giovanni di Sinis, si può agevolmente raggiungere quel che resta del più esteso deserto di sabbia che esisteva in Europa fino agli inizi degli anni Sessanta, ora quasi interamente ricoperto da una enorme pineta: è la penisola del Sinis, lunga 20 km. e larga 5. Importante a livello internazionale per le notevoli zone umide e oasi protette, include un'oasi WWF. Sulle bianche scogliere calcaree nidificano diversi uccelli e ricche sono le specie endemiche vegetali come la viola del Sinis, Limonium e altri ancora. Sulla penisola si trovano bellissimi arenili come quelli di Porto Suedda e Is Aruttas, famosi per la candida sabbia formata da chicchi di quarzo, e Is Arenas nota per la sua estensione (6 km.). Numerosi i monumenti archeologici presenti sulla penisola, con un'alta concentrazione di nuraghi, diverse torri costiere del periodo spagnolo, il tempio ipogeico di S. Salvatore e i resti della città di Tharros. Della penisola del Sinis fanno parte anche lo scoglio Catalano e l'Isola di Maldiventre (Maluventu), l'antica Maleventius insula. Questa ultima, con una superficie di 86 ettari, a soli 8 km. dalla costa, è interamente coperta da una fitta vegetazione tenuta bassa dal forte vento di maestrale che soffia per gran parte dell'anno. Gli splendidi fondali circostanti sono testimonianza dell'assenza d'inquinamento nelle acque circostanti, motivo che hanno fatto diventare il luogo Riserva Marina Integrale. Contrariamente alla costa occidentale, quasi tutta con scogliere granitiche, quella orientale consente agevoli approdi con un susseguirsi di bellissime baie.
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK