mercoledì 22 maggio 2019
  • » Specialita a tavola

La cucina sarda, ricca di sapori e di prodotti genuini.....

Specialita a tavola

ARGOMENTO-141-1-01.jpg
La cucina sarda, ricca di sapori e di prodotti genuini, abbraccia una varietà di piatti che vanno dalla più antica tradizione rurale dell'entroterra, quindi con carniformaggied ortaggi, a quella del mare, con specialità che vedono il pesce e i crostacei come primattori. 
Un giusto ed equilibrato abbinamento enogastronomico è la sublimazione della bontà di questi piatti, anche grazie ad una produzione vitivinicola che ha portato l'isola a posizione di eccellenza, con vini di prima qualità. 
Un turismo capace di stare al passo con l'evolversi della società e dei suoi cambiamenti, ha ben chiara l'importanza dell'enoturismo, ecco quindi itinerari consigliati e ben descritti che portano dentro questo mondo, dove la buona tavola risponde al piacere del palato, parlando, attraverso la lingua dei profumi e dei sapori, della storia e della cultura sarda. 
Negli ultimi tempi si è fatto largo anche il mercato della birra, ormai proposto ed abbinato ai piatti proprio come è consuetudine con il vino, grazie ad una produzione che vede marche di note aziende sempre più impegnate nella ricerca della qualità, come anche giovani piccole realtà che hanno puntato sulla massima artigianalità del prodotto
Pagina 1 di 8   
  • all'interno del Camping Village Isola dei Gabbiani
    lo chef Manuele Pisanu vi aiuterà a ritrovare i cinque sensi anche a tavola facendovi conoscere la sua versione dei piatti tipici della tradizione sarda...
  • E' una bevanda prodotta con una pianta tipica, la genziana, che cresce nei prati e nei pascoli di montagna. Presenta proprietà digestive e medicamentose......
  • Acquavite di Sardegna fil' e' ferru
    Bevanda ad elevata gradazione alcolica, incolore, non aromatizzata i cui sentori ricordano in modo più o meno marcato i profumi dei vini e delle vinacce d’origine.....
  • Lavare e asciugare accuratemente i limoni, fatto questo tagliare la scorza dei limoni e metterla insieme all'alcool (solo la scorza senza il bianco che renderebbe il liquore amaro) in un barattolo di vetro capiente...
  • si produce anche in molte case
    Lavare bene le scorze di limone e di arancio, asciugarle e quindi sistemarle in un vaso di vetro con chiusura ermetica, ricoprire con il litro di alcool e chiudere bene il vaso, che dovrà rimanere...
  • di un buon sapore sapido
    Mettere le bacche di ginepro dentro l'alcool diluito con 150 ml di acqua. Lasciare così per un mese, agitando il recipiente una volta al giorno. Trascorso il tempo necessario far sciogliere lo zucchero in 150 ml di acqua...
  • Il Mirto di Sardegna è un liquore dal colore rosso ottenuto dall’infusione idroalcolica di bacche di mirto, di cui conserva il caratteristico profumo, con l’aggiunta esclusivamente di dolcificanti come zucchero o miele. E’ dotato di.....
  • Likori de gureu
    Bevanda alcolica, di un bel colore giallo paglierino, di sapore piacevolmente amarognolo. Spesso il liquore, confezionato in bottiglie di vetro trasparenti, può contenere in infusione un pezzo di cardo...
  • Vitigno di pregio e grande potenzialità per la produzione di vini da dessert di particolare finezza ed eleganza. Introdotto nel Campidano di Cagliari durante la dominazione spagnola, la sua coltivazione .....
  • Antico e nobile vitigno presente in Sardegna sin dal tempo dei Fenici che lo introdussero nella zona costiera oristanese dove, nella penisola del Sinis, fondarono l’antico approdo di Tharros. Nel tempo.....
  • Raffinato ed elegante vino da dessert e da meditazione, spesso decantato per la sua soave e straordinaria eleganza, tradizionalmente considerato simbolo di ospitalità e amicizia, riservato ad occasioni...
  • Vitigno dalle origini antichissime, presente in Sardegna già al tempo dei romani dai quali veniva chiamato vitis apiana in quanto uva prediletta dalle api per la dolcezza dei suoi acini. Lo stesso termine moscato...
  • Questo antico e tipico vitigno trova il suo ambiente di localizzata a Nord-Ovest della provincia di Sassari. Predilige i terreni calcareo argillosi, sciolti e ben soleggiati dove ancora oggi....
  • Bovale Sardo Col termine “Bovale” si individuano due vitigni, il Bovale sardo e il Bovale di Spagna detto anche Bovale grande, entrambi giunti in Sardegna dalla penisola iberica intorno al 1300. Recenti acquisizioni scientifiche supportate..
  • Vitigno bianco dalle origini incerte, anticamente molto diffuso in Sardegna. Alla fine dell’800 subì una forte riduzione delle superfici a seguito dell’invasione fillosserica quando, al momento...
Pagina 1 di 8   
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK