martedì 16 luglio 2019

Palau, Santa Teresa Gallura e l'Arcipelago della Maddalena

splendido itinerario in Gallura

Palau, Santa Teresa Gallura e l'Arcipelago della Maddalena
Siamo nell’estremità nord-orientale della Sardegna, in quel tratto di costa che si affaccia sulle immediate acque delle Bocche di Bonifacio, verso la Corsica, e su quelle del Parco Marino dell’Arcipelago di La Maddalena, costellato da una miriade di incantevoli isolette e scogli che si specchiano in un mare da tropici.
Da Olbia tramite la S.S. 125 si arriva, percorrendo circa 40 km., a Palau, importante porto e mèta turistica, con il suo bel porticciolo turistico, la sua via Nazionale affollatissima d’estate su cui si affacciano negozi, locali e bei palazzi, e interessanti motivi di interesse paesaggistico offerti dalle coste e dai dintorni, come il Colle di Baragge, alle spalle dell’abitato, da dove si gode di una bella vista sulla costa e sulle isole.
Palau è da sempre il collegamento naturale con l’Isola di La Maddalena, attraverso una linea di traghettamento nata nell’Ottocento.

La Maddalena è un’isola dalla bellezza unica che rispecchia la particolare identità dei suoi abitanti, orgogliosi della loro storia e del loro modo di vivere, raccolti attorno al centro situato sulla costa meridionale. Il resto di questo altopiano ondulato è ricoperto da macchia mediterranea, roccia granitica e calette tutte raggiungibili prendendo la strada panoramica che fa il giro dell’isola.
Uno stretto ponticello unisce La Maddalena a un’altra isola, Caprera, dove l’unica strada asfaltata porta alla Casa Museo di Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei due mondi.
Per il resto sentieri sterrati che portano a punti panoramici e cale nascoste. Una riserva naturale tra le più integre del Mediterraneo, dove è facile fare dei simpatici incontri con colonie di cinghiali selvatici. 
A questo punto è ora di salire in barca per un’escursione tra le principali isole minori dell’arcipelago: Santo Stefano, quella più vicina alla costa sarda, Spargi a ovest di La Maddalena, Budelli la più conosciuta per la sua spiaggia Rosa, Razzoli e Santa Maria più a nord.

Ritornando sulla terra ferma, da Palau tramite la S.S. 133, si arriva a un’altra delle località più conosciute della Sardegna, Santa Teresa di Gallura, posta su un promontorio sporgente sulle Bocche di Bonifacio.
Da villaggio di pescatori fondato nel 1800, oggi è un affermato centro turistico grazie alle sue belle spiagge, su tutte Rena Bianca, riconosciuta Bandiera Blu d'Europa, che si stende presso le ultime case dell’abitato, dominata dalla maestosa Torre di Longonsardo. Grazioso il porto turistico sul quale si affacciano buoni ristoranti e bei negozi, mentre poco più in là il porto principale dal quale partono i traghetti per Bonifacio per trovarsi in Corsica in poco più di un'ora, e per La Maddalena.
Lungo il suo tratto di costa sono situate inoltre alcune cave di granito di epoca romana e medievale ed una infinita distesa di splendidi arenili.
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK