martedì 6 dicembre 2022

Itinerario dei Nuraghes

lungo un percorso ben segnalato

Itinerario dei Nuraghes
Lungo la strada che porta verso la costa sud dell'isola, immersi in uno splendido paesaggio, si situano numerosi siti e testimonianze del periodo nuragico. Questi sono facilmente raggiungibili attraverso dei percorsi guidati e ben individuabili.
I nuraghe avevano una funzione di controllo a protezione dalle incursioni, evidenziata anche dalla loro posizione.
Tra i più importanti sono il nuraghe S’ega de Marteddu, a Maladroxia, a controllo il golfo di Palmas, mentre il nuraghe Feminedda sorge nei pressi della Fontana Canai.
Nuraghe di Corongiu Murvonis, nuraghe Noccus e Nuraghe di Grutt’acqua, si collocano nel centro dell’isola dove, attorno, si rilevano tracce di villaggi nuragici.
Quest'ultimo è tra i più interessanti ed è caratterizzato da un betilo posto all’ingresso del villaggio; il nuraghe ocupava la parte centrale, mentre intorno erano disposte le capanne circolari di pietra, una della quali è ancora in ottime condizioni ed è dotata di un locale sotterraneo forse adibito a deposito di provviste. Nella roccia si nota lo scavo di una cisterna, probabilmente destinata all'approvvigionamento dell'acqua per il bestiame. A valle del nuraghe, invece, sorge un pozzo sacro destinata al culto, che raccoglieva e proteggeva le acque sorgive.
  • località: isola di Sant'Antioco
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK