mercoledì 29 giugno 2022

Spiaggia di San Giovanni di Sinis

adiacente l'area archeologica di Tharros

Spiaggia di San Giovanni di Sinis
Alcune delle tipiche baracche dei pescatori in legno di giunco sono state risparmiate e raccontano la storia di questi luoghi, alimentando suggestioni favorite anche dalla particolarità di questo territorio.
La penisola del Sinis è un luogo come pochi altri, così capace di portare lontano con la mente, di viaggiare in epoche antiche stando fermi lì, dove la più antica civiltà dell'isola gettava le prime pietre, quelle di Tharros, una meta imperdibile che sconfina nel mare blu cobalto.
San Giovanni di Sinis sorge a ridosso di questa penisola, tra antica storia e spiagge, dove una chiesa paleocristiana risalente al V secolo si fonde nel paesaggio di dune e scogli e, poco più in là, una torre costiera spagnola si erge per ricordare altre storie, di domini, di battaglie, di popoli.
La penisola del Sinis si raggiunge da Oristano in direzione Cuglieri, al Santuario del Rimedio si prende la sopraelevata e si seguono le indicazioni per Tharros dove si arriva dopo circa 20 km.
Si parcheggia adiacente l'area archeologica di Tharros; la spiaggia si distende sulla destra.
©Intour Project - sant'Antonio di Gallura (OT) p.iva 02429980903 c.f. RCCBTS68D43B354H - tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK